Ces Las Vegas
27 Aprile 2018

Ultimi Articoli

Facebook is watching you.

Grande Fratello
Quando stai utilizzando Facebook con il tuo profilo personale, inevitabilmente fornisci moltissime informazioni su di te. Oltre ai tuoi dati anagrafici, indichi chi sono le tue amicizie e con quali di esse hai più affinità proprio perché interagisci con esse. Con le interazioni, come i Like e i commenti, indichi i tuoi interessi. In più ci sono le informazioni che fornisci volontariamente e che appaiono nella sezione Informazioni del tuo profilo, dove rendi pubblici i tuoi interessi musicali, sportivi, i libri che hai letto, i film che hai visto, le Pagine e i Gruppi che ti piacciono. Indichi inoltre il tuo stato civile, la tua posizione professionale gli studi che hai fatto. Anche i tuoi amici, le pagine e i gruppi che segui sono profilati e questo aggiunge informazioni su di te. Fornisci informazioni anche quando pubblichi un Post, ne fornisci ancora di più se il tuo Post riceve o non riceve Like e commenti. Fornisci informazioni ogni qualvolta fai un’azione. Anche il non agire di fronte ad uno stimolo è una informazione. Puoi avere un’idea di quante informazioni lasci visitando il registro delle attività del tuo profilo. Attraverso i cookies, quando visiti siti web in cui è stato installato il Pixel di Facebook lasci ancora informazioni. Quando, quante volte, per quanto tempo ti colleghi a Facebook è un’informazione. Il dispositivo che utilizzi per collegarti a Facebook è un’informazione. I testi che leggi ,  le immagini e i  video che guardi sono un’informazione. Quanti auguri di compleanno fai e quanti ne ricevi sono un’informazione. Grazie alla geolocalizzazione dei dispositivi mobili, i luoghi da cui ti colleghi sono una informazione. Quanto distanti sono questi luoghi da casa tua e cosa rappresentano questi luoghi sono un’informazione.

Se non ci credi puoi sempre aprire un account pubblicitario in Facebook, accedere al pannello Audience Insight, e li troverai una dashboard dove potrai utilizzare molte di queste informazioni per generare pubblici personalizzati ai quali indirizzare le tue inserzioni pubblicitarie.

Al di là delle considerazioni che si possono fare in merito alla Privacy che non sono l’oggetto di questo manuale, una cosa è certa, non esiste nessun Social che ha la capacità di profilare e targettizzare le persone e i gruppi di persone come invece è in grado di fare Facebook. È vero, gli utenti di Facebook non sono per forza alla ricerca di qualcosa da comprare come può avvenire in Google, e sono piuttosto in un momento di svago, ma è altrettanto vero che la possibilità di targetizzare il pubblico rappresenta per Facebook e per gli inserzionisti una risorsa straordinaria che compensa abbondantemente questo svantaggio. Con Facebook probabilmente non riuscirai sempre ad ottenere “conversioni” al primo approccio, ma hai strumenti molto potenti per indirizzare, fidelizzare e convincere un po’ alla volta i tuoi potenziali acquirenti e follower.